In breve

Introdotta la possibilità di optare per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore, con facoltà di successiva cessione del credito ovvero, per la trasformazione del corrispondente importo della detrazione in credito d’imposta da utilizzare anche in compensazione, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti. Aggiornato al 18 maggio.

Cessione del credito corrispondente alla detrazione d’imposta ovvero sconto in fattura non soltanto per il superbonus del 110%, ma anche per quasi tutti gli altri bonus casa. A prevederlo è il decreto Rilancio con gli articoli 122 e 124.

Quest’ultimo, in particolare, introduce in via sperimentale – per gli interventi effettuati negli anni 2020 e 2021 – la possibilità per il soggetto avente diritto ad alcune detrazioni fiscali, richiamate nel comma 3, di optare (con comunicazione telematica), alternativamente…continua a leggere