In breve

Il nuovo bonus edilizio introdotto con il Dl Rilancio affida ad alcune categorie di professionsiti responsabilità rilevanti di certificazione e asseverazione ai fini della cessione del credito. Cinque sono le pratiche necessarie, con sanzioni pesanti previste dal Dl rilancio (da 2.000 a 15.000 euro per ciascun documento infedele, oltre a quelle sul visto
di conformità per i commercialsiti). Obbligatoria la copertura assicurativa.

La nuova detrazione del 110% introdotta dall’articolo 119 del decreto Rilancio (Dl 34/2020) pone sui professionisti coinvolti a vario titolo nell’operazione un set di adempimenti molto pesante. Vediamoli.

1 . La certificazione Ape prima e dopo l’intervento

L’articolo 119, comma 3, del Dl 34/2020 chiama in campo, innanzitutto, architetti, ingegneri, geometri e periti abilitati al rilascio dell’attestato di prestazione energetica (Ape), perché, ai fini dell’accesso al superbonus del 110% per gli…Continua a leggere…